1er refuge du goûter-1860

Exposition en plein air "Auberges et refuges de la voie royale"

Culturale, Esposizione, Storico A Saint-Gervais-les-Bains
  • Durante una passeggiata lungo il Col de Voza, prenditi qualche minuto per scoprire l'affascinante storia dei rifugi situati sulla rotta reale del Mont Blanc e immergiti negli inizi dell'alpinismo.

  • Dalla fine del XVIII secolo, alcuni scienziati, tra cui il giovane ginevrino Horace Bénédict de Saussure, tentarono di scalare la vetta del Monte Bianco. Inizialmente senza successo, questi primi alpinisti furono costretti ad allestire i primi bivacchi d'alta quota. Con le prime ascensioni nacquero anche i primi rifugi, ostelli e rifugi lungo il percorso della Via Reale, aperta nell'agosto 1855 dagli alpinisti britannici Hudson, Kennedy e Smythe senza guide attraverso la cresta nord-ovest....
    Dalla fine del XVIII secolo, alcuni scienziati, tra cui il giovane ginevrino Horace Bénédict de Saussure, tentarono di scalare la vetta del Monte Bianco. Inizialmente senza successo, questi primi alpinisti furono costretti ad allestire i primi bivacchi d'alta quota. Con le prime ascensioni nacquero anche i primi rifugi, ostelli e rifugi lungo il percorso della Via Reale, aperta nell'agosto 1855 dagli alpinisti britannici Hudson, Kennedy e Smythe senza guide attraverso la cresta nord-ovest. Il 18 luglio 1861 fu la volta di Tuckett e L. Stephen, con guide svizzere, di completare l'intero percorso da Saint-Gervais attraverso l'Aiguille du Goûter, il Dôme du Goûter e la cresta delle Bosses.
    Dal 1859 a oggi, il susseguirsi di impianti sulla via di salita da Saint-Gervais attraverso l'Aiguille du Goûter ne ha fatto la via normale del Monte Bianco.
  • Lingue parlate
    • Francese
Orari
Orari
  • Tutto l'anno 2024
    Aperto Tutti i giorni
Chiudere